Purtroppo!

Purtroppo!

Nessun commento su Purtroppo!

Perché è così comune trovare la parola purtroppo erroneamente scritta come pultroppo*?

Per spiegarlo è necessario far riferimento alla fonetica, in particolare i tratti fonetici di ciascuna “lettera”.

Le  consonanti si distinguono tra loro per:

  • modo di articolazione: indica come le labbra, la lingua e le altre parti della bocca si posizionano quando si produce un suono;
  • punto di articolazione: indica quale organo della bocca permette la produzione del suono;
  • vibrazione delle corde vocali: indica se le corde vocali vibrano o no quando si produce un suono;

Confrontiamo dunque R vs L

R = vibrante – alveolare –  sonora

L = laterale –  alveolare –  sonora

L’unica differenza tra le due lettere è il modo di articolazione, mentre il punto di articolazione e la vibrazione delle corde locali sono identiche.

  • La R è una vibrante: la lingua si avvicina agli alveoli (all’attaccatura dei denti) e se ne discatta molto velocemente permettendo all’aria di passare solo a tratti
  • La L è una laterale: la lingua si avvicina agli alveoli (all’attaccatura dei denti) e permette all’aria di passare soltanto dai lati della lingua.

Questo mostra quanto le due lettere siano foneticamente simili.

Inoltre bisogna considerare la presenza della T, una consonante occlusiva – cioè un suono che per essere pronunciato richiede il blocco completo del flusso d’aria  e il rilascio rapido di questo blocco. Produrre un suono occlusivo è più simile a una L che a un R vibrante.

Quel che è certo è che l’errore deriva dal fatto che ci cerca di mettere per iscritto quello che si ascolta della pronuncia della parola purtroppo.

Leave a comment

Protected by WP Anti Spam

Back to Top